Forecast 2018 positivo per la Bosnia ed Erzegovina

Forecast 2018 positivo per la Bosnia ed Erzegovina

bosnia

Dalla nostra sede IC&Partners Bosnia

“La situazione economica in Bosnia ed Erzegovina è migliorata negli ultimi anni per quanto riguarda strategie e politica, ha detto il vice direttore della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) Peter Sanfey durante la sua visita in Bosnia ed Erzegovina, e questa è certamente una notizia positiva ed incoraggiante.“

Fonte: www.federalna.ba

 

La Bosnia-Erzegovina è progredita nel settore della giustizia e della lotta contro la corruzione, è aumentata l’efficienza e la trasparenza del sistema giudiziario. Questo ha influito positivamente anche sull’atmosfera economica.
“È incoraggiante che il paese sia impegnato e dedicato all’adesione definitiva all’UE. Molte delle sfide della BiH saranno risolte in questo processo. Questa, tuttavia, è una strada difficile che durerà diversi anni “, ha detto Sanfey.
Fonte: www.federalna.ba

 

Gli studi condotti hanno dimostrato che la percezione dei cittadini è di essere più soddisfatti rispetto agli anni precedenti e che le cose si stiano muovendo al meglio. Per quest’anno, la BERS – Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo – ha previsto una crescita del PIL del 3%. Nel solo mese di settembre 2017 le esportazioni dalla Bosnia Erzegovina hanno superato per la prima volta il miliardo di marchi bosniaci, trend positivo che continua dall’inizio dell’anno.

La classifica Doing Business 2018, elaborata dalla World Bank che analizza 191 paesi, ha classificato la Bosnia al 86esimo.

Nell’ultimo anno, la Bosnia-Erzegovina ha facilitato la procedura di avvio d’impresa riducendo il capitale minimo necessario per le società a responsabilità limitata e aumentando l’efficienza del sistema notarile. Tuttavia deve ancora lavorare molto per migliorare il contesto imprenditoriale.

La Bosnia – Erzegovina ha un piccolo mercato di circa 4 milioni di abitanti, ma offre una vasta gamma di opportunità di investimento in diversi settori, ha una grande offerta di siti produttivi e spazi commerciali molto economici, costi operativi accettabili e disponibilità di manodopera a prezzi vantaggiosi. Questi vantaggi costituiscono un buon compromesso con le scarse dimensioni del mercato e quindi potrebbero essere interessanti per gli investitori.

I settori della metalmeccanica, della produzione del legno, del turismo e dell’energia, in particolare la produzione di energia pulita e rinnovabile, sono interessanti per gli investitori, anche grazie a progetti infrastrutturali strategici in corso in grado di attrarre fondi e investitori significativi.

In sintesi, questo piccolo paese balcanico vicino all’Italia offre tante opportunità per investimenti diretti nel paese. Indubbiamente non è facile affrontare investimenti elevati all’estero e complessi da gestire; ma affidarsi a un consulente esperto e già presente sul territorio come IC&Partners Banja Luka, può essere la soluzione per gestire il piano di sviluppo dal business plan alla sua realizzazione.