m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Certificazione EAC, si intensificano i controlli – IC&Partners
1078
post-template-default,single,single-post,postid-1078,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Certificazione EAC, si intensificano i controlli

certificazione EAC

Le esportazioni dei beni verso la Russia e i paesi dell’Unione doganale euroasiatica devono ormai da alcuni anni rispondere ai requisiti dei nuovi Regolamenti tecnici, che definiscono gli standard di sicurezza dei prodotti per ottenere la certificazione EAC.

 

La riforma ha fatto decadere la validità dei precedenti Gost, richiede che i test vengano effettuati da enti di certificazione russi accreditati e che l’azienda esportatrice indichi come suo rappresentante – applicant –  un soggetto di diritto russo.

 

Le nuove normative sono entrate in vigore in periodi diversi a seconda delle categorie merceologiche: 2013 meccanica, 2014 abbigliamento e a marzo 2016 sarà il momento per il settore dell’arredo.

 

Come previsto, si stanno ora intensificando, da parte delle autorità russe preposte, i controlli per verificare l’adempimento agli obblighi previsti dalle normative in materia di sicurezza e di conformità di prodotto. I mezzi di comunicazione  russi stanno dando notizia di prodotti, anche di marchi internazionali molto conosciuti, ritirati dal mercato per violazioni delle normative di certificazione

 

Le imprese che non hanno provveduto ad adeguarsi alle nuove normative si trovano ora a rischio di pesanti sanzioni amministrative e penali o di richieste di danni, oltre che al ritiro dei prodotti dal mercato. Qualsiasi soggetto interessato può infatti denunciare alle autorità di vigilanza presunte violazioni e le autorità sono tenute a indagare e rispondere a tali richieste.

Ad esempio Rospotrebnadzor, l’ente di tutela del consumatore competente per alcune delle principali voci dell’export italiano,  ha istituito  un numero verde per segnalare articoli per bambini quali abbigliamento, calzature, giocattoli, cancelleria che non siano a norma. Ci si aspetta che nel breve periodo i controlli si estendano ai principali beni di consumo.

 

Essere in regola con le certificazioni EAC di prodotto non significa solo il rispetto delle normative; ma significa sviluppare un vantaggio competitivo verso i competitor che operano sui mercati dell’Unione doganale euroasiatica. IC&Partners, che è presente con la sua società a Mosca, ha creato una divisione specializzata nella consulenza alla certificazione e può svolgere il ruolo di rappresentante.

 

IC&Partners Spa, azienda accreditata dal Ministero per lo Sviluppo Economico in tema di voucher per l’internazionalizzazione.

it_ITItaliano