Focus Russia e le certificazioni EAC obbligatorie di prodotto

Focus Russia e le certificazioni EAC obbligatorie di prodotto

 

ICPartners_

Strategie commerciali per entrare in Russia

Confapi FVG prosegue il suo percorso di approfondimento delle strategie commerciali sui paesi esteri con un focus sulla Russia e sulle certificazioni EAC obbligatorie di prodotto. Il prossimo incontro si terrà il 20 febbraio con la guida di Roberto Corciulo, consulente senior IC&Partners. Il docente proporrà una panoramica della reale situazione economica e politica del Paese oggi e del suo ruolo nel panorama economico mondiale, oltre che dei suoi possibili scenari futuri. L’obiettivo è di comprendere come strutturare una strategia di ingresso efficace, come scegliere partner commerciali competenti e come operare con successo in un paese dalle enormi potenzialità di crescita.

 

Fondamentale sarà la comprensione della situazione economica e politica della Russia, degli scambi commerciali tra il paese e le maggiori economie mondiali, del ruolo dell’Italia come partner commerciale e l’individuazione dei settori merceologici strategici per l’export del nostro paese. Il tema dell’export verso la Russia apre inoltre il tema delle nuove certificazioni EAC obbligatorie di prodotto, entrate in vigore dopo il 2012 nei paesi dell’Unione doganale euroasiatica – Russia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Armenia. Si tratta di certificazioni di prodotto che hanno sostituito i precedenti GOST e che sono soggette a severi controlli in dogana da parte delle autorità russe. Ricadono nelle certificazioni EAC praticamente tutti i settori merceologici, ma ciascuno con particolarità e procedure specifiche dettate dai Regolamenti tecnici che regolamentano ogni prodotto.

 

Nel caso della Russia verranno messe a confronto le due strategie di ingresso che un’azienda può scegliere di perseguire: l’esportazione di beni oppure la localizzazione, magari in una delle zone economiche speciali (ZES) allestite a questo proposito dallo stato russo, analizzando vantaggi, opportunità e difficoltà di attuazione. Queste due strategie non vanno tanto considerate come  soluzioni contrapposte; ma piuttosto come due fasi sequenziali di una strategia di ingresso prima e di crescita e consolidamento poi su un mercato estero.

 

 

Dettagli e iscrizioni alla pagina