m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Croazia: aggiornamenti Coronavirus – IC&Partners
12277
post-template-default,single,single-post,postid-12277,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-en_GB,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Croazia: aggiornamenti Coronavirus

In Croazia a seguito dell’emergenza Coronavirus è stato pubblicato il Regolamento sulle integrazioni del Regolamento esecutivo sulla Legge generale sulle imposte. Con le disposizioni di queste integrazioni al Regolamento sono state definite le condizioni alle quali devono adempiere i contribuenti fiscali per poter usufruire del posticipo dei pagamenti dei tributi pubblici (salvo dazi e accise).

Per il posticipo del pagamento dell’IVA vi sono regole diverse e aggiuntive e trattasi come di seguito riportato: il posticipo del pagamento del debito IVA non è possibile ottenere per il debito sorto sulla dichiarazione del mese di Febbraio ma solo a partire della dichiarazione del mese di Marzo. Oltre a questo, il posticipo possono richiedere solo i contribuenti che nell’esercizio predecente hanno realiazzato il fatturato derivante dalle cessioni di beni e prestazione di servizi fino a 7.500.000,00 kn e che sono iscritti nel ordinario regime di pagamento IVA cioè in base alle fatture emmesse e non in base agli incassi.

Le regole generali per poter chiedere il posticipo di pagamento dei tributi pubblici (queste valgono anche per IVA), per quei contribuenti fiscali che possono rendere credibile il fatto che non sono in grado di pagare i debiti fiscali maturi, sono le seguenti:

  • nel momento della presentazione della richiesta il contribuente fiscale può avere il debito fiscale maturo solo nell’importo minore di 200,00 kn,
  • deve provare che non è in grado di pagare i debiti fiscali maturi.

Verrà considerato che il contribuente fiscale non è in grado di pagare i debiti fiscali maturi se:

  • ha registrato la diminuzione dei ricavi nel mese che antecede al mese nel quale ha presentato la richiesta di posticipo di pagamento per almeno il 20% in confronto con lo stesso mese dell’anno scorso oppure
  • se rende credibile che i ricavi nel periodo futuro di tre mesi partendo dal mese nel quale ha presentato la richiesta subiranno un calo di almento il 20% in confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso.

La richiesta deve essere motivata per iscritto.

La richiesta deve essere inviata tramite il sistema elettronico e-porezna.

Se l’Agenzia delle entrate accoglie la richiesta, il contribuente fiscale godrà di 3 mesi di posticipo del pagamento senza calcolo di interessi di mora (il termine di 3 mesi decorre dal giorno di normale maturazione di ogni tipologia di debito fiscale).

Alla scadenza dei 3 mesi di posticipo, i contribuenti fiscali possono chiedere ulteriori 3 mesi di posticipo e scaduti anche quelli si potrà chiedere pagamento rateale (24 rate al massimo). Per queste ulteriori due possibilità servirà presentare nuove richieste nel termine di 5 giorni dalla data di maturazione.

Qualora l’Agenzia delle entrate nella verifica successiva accerta che i fatti forniti nella richiesta non sono stati veri oppure il contribuente fiscale ha usato il sistema fiscale contro le regole, l’Agenzia delle entrate calcolerà gli interessi di mora.Inoltre sono state attività alcune misure per il mantenimento dei posti di lavoro schematizzate nel documento allegato.

en_GBEnglish (UK)