m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
I 10 trends dei consumatori globali da tenere d’occhio nel 2022 – IC&Partners
16187
post-template-default,single,single-post,postid-16187,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-en_GB,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

I 10 trends dei consumatori globali da tenere d’occhio nel 2022

Negli ultimi due anni il cambiamento radicale dello stile di vita ha indotto i consumatori a cambiare radicalmente il loro modo di approcciarsi agli acquisti.

Come ogni anno, Euromonitor International ha anticipato nel suo report “Top 10 Global Consumer Trends 2022” cosa guiderà le decisioni di acquisto nel corso dell’anno appena iniziato.

IC&Partners ha analizzato il Rapporto di Euromonitor. Vi riveliamo le dieci tendenze che plasmeranno il comportamento dei consumatori nel 2022.

Backup Planners

I consumatori non si arrendono quando la catena di approvvigionamento si interrompe, causando la carenza di alcuni prodotti. Piuttosto, cercano sempre strade alternative, spostando le loro preferenze sulle migliori opzioni disponibili. Nel 2021 il 28% dei consumatori ha cercato di acquistare prodotti e servizi simili a quelli soliti acquistati ma di provenienza locale.  Con il ritorno delle occasioni sociali, i consumatori vogliono acquistare nuovi vestiti, investire in lavori di ristrutturazione della casa o semplicemente godersi un caffè in movimento. La localizzazione e l’ottimizzazione diventeranno la norma. Le aziende e i distributori dovrebbero utilizzare i dati per migliorare la visibilità della supply chain, perfezionare le operazioni in corso e ripensare agli investimenti.

Climate Changers

Gli attivisti verdi e gli stili di vita a basse emissioni di carbonio sono guidati dall’emergenza climatica. Nel 2021, il 67% dei consumatori globali ha cercato di avere un impatto positivo sull’ambiente attraverso le proprie azioni quotidiane. I consumatori si aspettano quindi che i marchi si facciano avanti e agiscano in tale direzione realizzando prodotti che contribuiscano a ridurre l’emergenza climatica. Per conquistare i Climate Changers, le aziende dovrebbero offrire prodotti certificati carbon foodprint. L’etichettatura trasparente dei prodotti a emissioni zero crea fiducia e consente ai consumatori di fare scelte informate e consapevoli.

Digital Seniors

I consumatori senior sono diventati utenti tecnologici più esperti e coglieranno sempre più la possibilità di effettuare acquisti attraverso il canale digitale. La popolazione mondiale di età superiore ai 60 anni crescerà del 65% dal 2021 al 2040, raggiungendo oltre due miliardi di persone. Questa porzione della popolazione relativamente ricca sta acquisendo più esperienza e fiducia nell’utilizzo dei servizi online e scegliendo di adottare soluzioni più tecnologiche che semplificano la loro vita quotidiana. Le aziende hanno l’opportunità di personalizzare la propria esperienza digitale per indirizzare e soddisfare le esigenze di questo pubblico online ampliato.

Financial Aficionados

L’incertezza, l’instabilità e i blocchi hanno indotto alcuni consumatori come i “Thoughtful Thrifters” (coloro che tendono a  dare la priorità a  prodotti e servizi che offrono  risultati con un rapporto qualità-prezzo più elevato) a spendere meno e risparmiare di più. I consumatori con reddito discreto sono diventati appassionati di finanza, acquisito concetti finanziari e trovato flussi di reddito alternativi. Più della metà dei consumatori globali ritiene che staranno meglio finanziariamente nei prossimi cinque anni. Le aziende stanno capitalizzando questa ritrovata libertà finanziaria e stanno rispondendo con risorse che danno ai consumatori maggiore controllo e fiducia. I rivenditori e i marchi dovrebbero collaborare con le società di servizi finanziari per facilitare forme di pagamento alternative.

The Great Life Refresh

I consumatori ora si concentrano sulla crescita personale e sul benessere, apportando drastici cambiamenti di vita che riflettono i loro valori, passioni e scopi.  I consumatori ora apprezzano maggiormente l’equilibrio tra lavoro e vita privata. Stanno cambiando carriera o abbandonando completamente il mondo del lavoro per scoprire o perseguire i loro scopi. Le aziende che soddisfano questa tendenza devono essere viste come partner, che aiutano i consumatori ad adattarsi a un nuovo modo di vivere. Le aziende dovrebbero adattare il marketing per riconoscere e supportare le decisioni dei consumatori.

The Metaverse movement

Con severi requisiti di distanziamento sociale, i consumatori hanno imparato a rimanere in contatto. I consumatori stanno adottando ecosistemi digitali 3D immersivi per socializzare con le comunità. Le vendite globali di visori AR/VR sono cresciute del 56% dal 2017 al 2021, raggiungendo 2,6 miliardi di dollari l’anno scorso. I marchi, ad esempio i marchi di moda e i rivenditori, stanno sfruttando piattaforme social come TikTok per raccogliere contenuti e design, promuovere prodotti e formare i dipendenti su come creare follower.

Pursuit of preloved

I consumatori stanno passando a una mentalità esperienziale. Gli acquisti di seconda mano e i mercati peer-to-peer prosperano, i consumatori cercano articoli unici, convenienti e sostenibili. Un quinto dei consumatori prenderà in considerazione l’aumento degli acquisti di articoli di seconda mano in futuro. Le aziende stanno implementando nuovi modelli di business e stanno abbracciando l’economia circolare per rispondere alle nuove esigenze. Questa tendenza è prevalente da anni nel settore dell’abbigliamento, ma si sta espandendo in altri beni di consumo in rapida evoluzione.

Rural Urbanites

Le comunità suburbane e rurali offrono alloggi più spaziosi e scenari più verdi. L’anno scorso ci si aspettava che i consumatori si trasferissero temporaneamente nelle zone rurali o trascorressero più tempo nella natura. Quest’anno, i “Rural Urbanites” stanno rendendo questa scelta permanente. Non tutti i consumatori sono pronti a rinunciare alla vita urbana. La necessità di spazi verdi vicino alle case e spostamenti più veloci e più puliti sta rimodellando le preferenze abitative per i rural urbanites che rimangono in città. Con questa tendenza, i marchi devono adattare le proprie strategie per fidelizzare i clienti. Le aziende che rafforzano la distribuzione dell’e-commerce, espandono linee di prodotti sostenibili e si rivolgono a Rural Urbanites saranno vincenti.

Self love seekers

L’autenticità, l’accettazione e l’inclusione sono in prima linea nelle scelte di vita e nelle abitudini di spesa. Questi consumatori investono nel prendersi cura del proprio corpo e della propria mente. I prodotti che evocano il benessere fisico, emotivo o spirituale prenderanno piede e miglioreranno la vita di questi Self-Love Seekers, con conseguente migliore fidelizzazione dei clienti.

The socialisation paradox

I livelli di comfort fluttuanti creano un ritorno conflittuale alla vita pre-pandemica. Nel 2021, il 76% dei consumatori globali ha preso precauzioni per la salute e la sicurezza quando esce di casa. Il paradosso della socializzazione è una fase comportamentale che influenza le abitudini dei consumatori. I consumatori vogliono socializzare ma richiedono un approccio flessibile. Le aziende dovrebbero essere ricettive e fornire un’esperienza senza interruzioni con soluzioni innovative e adattive.

Nel mondo di oggi, le abitudini di acquisto passate non implicano necessariamente la fedeltà del consumatore al brand. I comportamenti dei clienti stanno cambiando. Sceglieranno sempre di più prodotti più eco-sostenibili e aziende più “umane” e vicine ai loro valori. “Le aziende devono trasformarsi insieme alle preferenze dei consumatori in rapida evoluzione”, ha commentato Alison Angus, responsabile degli stili di vita di Euromonitor International. “Tornare ai comportamenti e alle strategie pre-pandemia probabilmente non genererà gli stessi risultati andando avanti”.

Leggi qui tutto il report “Top 10 Global Consumer Trends 2022” di Euromonitor International.

Per assistenza strategica sui mercati esteri contattaci compilando questo modulo.

Fonte: Euromonitor International, elaborazioni a cura di IC&Partners, news@icpartners.it – riproduzione riservata