m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Polonia, Coronavirus: aggiornamenti dalla nostra sede – IC & Partners
11620
post-template-default,single,single-post,postid-11620,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-en_GB,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Polonia, Coronavirus: aggiornamenti dalla nostra sede

Nell’allegato un breve aggiornamento settimanale sulla situazione in Polonia.

Mentre nel mondo ci si avvicina ai 20 milioni di contagi con oltre 700.000 morti da inizio epidemia, si registrano ancora nuovi casi e numeri in sensibile crescita anche in Polonia, che ha visto nelle ultime settimane un notevole incremento dei casi giornalieri.

Il 6 agosto è stato registrato il record di 726 nuovi casi da inizio epidemia.

Il numero complessivo dei casi attivi è salito a 12.099 (settimana scorsa 9.679), di cui in gravi condizioni 72, ovvero circa l’ 1% del totale.

Complessivamente i numeri dell’epidemia rimangono sotto controllo e senza pressione eccessiva sulle strutture sanitarie polacche, ma l’aumento dei casi ha portato il Governo polacco a prendere provvedimenti in 19 aree particolarmente colpite, dove saranno rinforzate le misure di prevenzione con 9 zone rosse e 10 zone gialle.

I Voivodati interessati dalle restrizioni sono la Silesia, Małopolskie, Wielkopolskie, Łódzkie, Podkarpackie e Świętokrzyskie. La Silesia resta l’area con più contagli, ovvero 17.299 dall’inizio dell’epidemia.

Per gli spostamenti da e per l’Italia a questo link le informazioni del Ministero degli Esteri:

Il PFR ha definito le modalità di accesso per il sostegno alla liquidità delle aziende polacche, anche attraverso il circuito bancario.

Inoltre è stato disposto:

– Rinvio termini presentazione bilanci e pagamento PIT;

– Rinvio obbligo di Transfer pricing al 30/09/2020;

– Possibilità di diluire i pagamenti delle imposte PIT, VAT e ZUS, senza interessi;

– Possibilità di spostare le perdite negli esercizi futuri;

– Misure a sostegno delle imprese con supporto banca nazionale BGK e fondo PFR;

Per approfondire: https://pfr.pl/dam/pfr/documents/tarcza-antykryzysowa/PFR-Przewodnik-Tarcza-Finansowa-MMSP.pdf

Su queste misure dello “Scudo Fiscale” in allegato abbiamo preparato un breve approfondimento normativo separato.

In sintesi la situazione complessiva delle misure di contenimento prevede:

  • Invito a limitare i contatti ravvicinati con le altre persone, coprendo naso e bocca nei luoghi aperti al pubblico. Non è obbligatorio l’uso di mascherine all’aperto, dove sia possibile mantenere una distanza di sicurezza di almeno 2 metri dalle altre persone. Resta l’obbligo negli uffici pubblici, sui mezzi di trasporto pubblici e nei luoghi al chiuso o dove non è possibile rispettare la distanza di sicurezza;
  • Divieto di ingresso per gli stranieri e ripristino temporaneo dei confini, per i paesi fuori dall’Unione Europea. Dal 13 giugno all’interno dell’Unione Europea è ristabilita la libertà di circolazione di persone e merci. Dal 1 luglio è stata pubblicata la lista di paesi extra UE e le modalità di accesso ai paesi dell’Unione ed i casi in cui si applicano misure di isolamento. La lista dei paesi sottoposti a restrizioni viene aggiornata secondo i dati epidemiologici;
  • Quarantena obbligatoria di 14 giorni, per coloro che entreranno nel Paese al di fuori dell’Unione Europea. Non è più in vigore la quarantena obbligatoria per ingressi in Polonia, purché la provenienza sia all’interno dei confini dell’Unione Europea. Sono altresì previste eccezioni in casi particolari;
  • I controlli di frontiera dal 13 giugno sono a campione, come prima dell’inizio dell’epidemia;
  • I collegamenti aerei internazionali per passeggeri sono stati ristabiliti;
  • Sono completate le fasi previste per le riaperture delle attività. La fase 4 iniziata il 6 giugno ha visto le riaperture delle attività di palestre e centri massaggi, cinema e teatri. Rimangono chiuse le discoteche e resta in vigore il divieto di organizzare eventi con più di 150 persone. Sono previste eccezioni.

Desideri sapere come operare o continuare ad operare in questo Paese?

Vuoi limitare al massimo lo spostamento dei tuoi export manager?

Il business al tempo della crisi può essere risollevato in due modi:

  • Off line, con i nostri Temporary Resident Export Manager – Manager locali che operano direttamente dalle nostre sedi estere
  • On line: con le piattaforme Ecommerce e le Fiere Virtuali.

Contattaci per maggiori dettagli.

IC&Partners mette a disposizione videocall con i nostri esperti locali per tematiche: fiscali, societarie, finanziarie, commerciali. Se vuoi saperne di più compila il form e sarai ricontattato da un nostro esperto.

Guarda ora Export Talks – Focus Polonia presente sul nostro canale YouTube

en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)