m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Nuove sanzioni per i cittadini italiani non iscritti all’AIRE – IC&Partners
18242
post-template-default,single,single-post,postid-18242,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Nuove sanzioni per i cittadini italiani non iscritti all’AIRE

Dal 1° gennaio 2024, la legge di bilancio ha introdotto nuove sanzioni per i cittadini italiani che non si iscrivono all’AIRE, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero.

L’AIRE è un registro tenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che contiene i dati anagrafici dei cittadini italiani residenti all’estero. L’iscrizione all’AIRE è un diritto-dovere di tutti i cittadini italiani che trasferiscono la propria residenza all’estero per un periodo superiore a 12 mesi.

Le nuove sanzioni prevedono una multa da 200 a 1.000 euro per ogni anno di mancata iscrizione, con un limite massimo di 5 anni sanzionabili.

Le sanzioni si applicano anche ai cittadini italiani che si trovano all’estero per un periodo superiore a 12 mesi e non trasferiscono la propria residenza all’estero.

L’iscrizione all’AIRE è importante per i cittadini italiani che risiedono all’estero per diversi motivi, tra cui:

  • Per esercitare i propri diritti politici e civili, come il diritto di voto e il diritto all’assistenza diplomatica e consolare.
  • Per accedere ai servizi consolari, come la traduzione di documenti, la legalizzazione di firme e la certificazione di atti.
  • Per beneficiare di agevolazioni fiscali, come la detrazione IRPEF per le spese sostenute per l’assistenza sanitaria all’estero.

Per iscriversi all’AIRE, è necessario presentare una dichiarazione di residenza all’estero presso la competente rappresentanza diplomatica o consolare. La dichiarazione può essere presentata personalmente o per posta.

In caso di mancata iscrizione all’AIRE, è possibile regolarizzare la propria posizione presentando una dichiarazione di iscrizione tardiva all’AIRE.

Per ulteriori informazioni sull’iscrizione all’AIRE, è possibile consultare il sito web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Fonte: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, elaborazioni a cura di IC&Partners, news@icpartners.it