m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Il Regolamento Tecnico ТР ТС 025/2012 sulla sicurezza dei mobili – IC&Partners
8075
post-template-default,single,single-post,postid-8075,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Il Regolamento Tecnico ТР ТС 025/2012 sulla sicurezza dei mobili

Elaborato sulla base dell’Accordo sui principi comuni e sulle regole tecniche della Repubblica Bielorussa, del Kazakhstan e della Federazione Russa del 18 novembre 2010, Il Regolamento tecnico TP TC 025/2012 sostituisce totalmente la normativa nazionale GOST a partire da marzo 2016 nei paesi membri dell’Unione Doganale Euroasiatica (EAC): Russia, Bielorussia, Kazakhstan, Kirgizistan. Trattandosi di una certificazione di prodotto obbligatoria, è quindi importante ottenerla per effettuare le esportazioni di mobili verso questi Paesi nel rispetto della normativa in vigore.

Il Regolamento Tecnico fissa i requisiti dei prodotti – mobili – per garantire sul territorio dell’Unione Doganale Euroasiatica la tutela della vita e della salute e dell’ecosistema, cosi’ come azioni di tutela contro informazioni ingannevoli nei confronti dei consumatori.

Ambito di applicazione

Si applica ai mobili destinati al mercato unico EAC: prodotti, completi, accessori del settore mobile a uso domestico e per locali pubblici, inclusi i prodotti contract, catalogabili in due macro gruppi:

  1. MOBILI A USO DOMESTICO E PER LOCALI PUBBLICI PER DESTINAZIONE DI UTILIZZO

1.1. mobili per laboratori, esclusi quelli per laboratori medici

1.2. mobili per istituti scolastici, universitari

1.3. mobili per asili

1.4. mobili per locali commerciali, ristorazione e servizi pubblici

1.5. mobili per hotel, cliniche e ostelli

1.6 mobili per teatri, auditorium e locali a uso culturale

1.7. mobili per uffici

1.8. mobili per stazioni, banche, locali per telecomunicazioni

1.9. mobili per librerie – librerie, mensole, armadi, tavoli…

1.10. mobili per imbarcazioni -cabine, ponti, locali di svago, ambulatori…

 

  1. MOBILI A USO DOMESTICO E PER LOCALI PUBBLICI PER CARATTERISTICHE FUNZIONALI

2.1. tavoli – da pranzo, scrivanie, da bagno, da lettura, da computer, per televisione e radio, per apparati video, per telefoni, da terrazza e simili…

2.2. sedie, poltrone, tavolini, panchine, pouf, divani, poltrone letto, divani letto

2.3. letti

2.4. materassi

2.5. armadi, comodini, scaffali, specchiere, bauli, mensole, supporti, appendini, casse

2.6. mobili per bambini – tavoli, sedie, letti, lettini, scatole per giocattoli, poltrone, divani, armadi, sgabelli, panchine, materassi, divani letto e altri

 

Predisposizione delle informazioni per i consumatori

  • Etichettatura dei prodotti

 

I prodotti del settore mobile possono essere immessi nel territorio EAC a condizione che sia stata effettuata la verifica obbligatoria del rispetto dei requisiti di legge in accordo al regolamento tecnico di riferimento e ad eventuali altri regolamenti tecnici EAC nei quali rientrino i prodotti (ad esempio il Regolamento Tecnico 04/2011 sulle attrezzature a basso voltaggio che si applica a lampadari, led, faretti, neon, etc.).

 

Il Marchio EAC è un logo che attesta che il prodotto che lo riporta ha superato tutti gli adempimenti richiesti dalla certificazione EAC.

 

Le informazioni per i consumatori devono essere fornite attraverso l’etichettatura, il manuale di istruzioni, le istruzioni per il montaggio nel caso in cui il mobile sia spedito smontato.

Ogni mobile venduto nel territorio dell’Unione doganale deve recare il marchio EAC in lingua russa e, se richiesto dai regolamenti tecnici e dalla legislazione degli stati membri EAC, anche nella lingua locale. Il nome commerciale del prodotto spedito da paesi non EAC e anche il nome del produttore possono essere indicati in lettere latine.

 

  • L’etichetta deve essere leggibile e deve contenere le seguenti informazioni:

 

  • denominazione del mobile per utilizzo e funzionalità, identificazione del prodotto (codice numerico, nome proprio, modello,…)
  • marchio di fabbrica (logo) del produttore (se disponibile)
  • made in
  • ragione sociale e indirizzo del produttore
  • ragione sociale e sede legale/operativa del rappresentante del produttore straniero ai fini della certificazione e etichettatura o dell’importatore
  • data di produzione
  • termine di garanzia
  • vita del prodotto fissata dal produttore
  • logo EAC

 

Per i mobili spediti smontati l’etichetta deve essere inclusa nell’imballaggio insieme alle istruzioni per l’assemblaggio.

etichetta.EAS

 

 

Requisiti di sicurezza

 

I mobili devono essere prodotti in maniera tale che, durante l’utilizzo per cui sono stati prodotti, ne sia assicurata la sicurezza:

 

  • meccanica
  • chimica, sanitaria, igienica
  • antincendio
  • elettrica

 

Per questo sono necessari vari tipi di test di laboratorio da effettuarsi presso laboratori EAC accreditati – protokoly ispitanija.

Tipologia di documenti certificativi da ottenere

La maggior parte dei mobili destinati al target adulti è soggetta a Dichiarazione di conformità mentre i mobili per bambini sono soggetti a Certificato di Conformità, come da Regolamento Tecnico EAC ТР ТС 025/2012

Sia le Dichiarazioni di conformità che i Certificati di conformità EAC non possono essere emessi con durata superiore a 5 anni.

A chi possono essere intestati i documenti certificativi? Chi può essere il Rappresentante per la certificazione o Applicant?

I documenti certificativi devono essere intestati a un soggetto, persona fisica (imprenditore individuale) o giuridica, registrato nell’Unione Doganale Euroasiatica, che sia il produttore, l’importatore o chi ne svolga le funzioni, se il produttore e’ straniero, in base a uno specifico contratto con esso affinché assicuri la conformità dei prodotti al Regolamento Tecnico ТР ТС 025/2012 (rappresentante, facente funzioni, del produttore straniero)

Il Rappresentante per la certificazione/Applicant dovrà conservare le dichiarazioni di conformità, i certificati di conformità e i documenti di prova per 10 anni dal momento della scadenza del loro periodo di validità.

La cartella di documenti che attestano la conformita’ deve essere presentata agli enti pubblici di controllo (vigilanza) su loro richiesta.

Il controllo (vigilanza) statale per il rispetto dei requisiti da presente regolamento Tecnico dell’Unione Doganale viene effettuato nelle modalità previste dalla legislazione nazionale dei paesi membri dell’Unione Doganale Euroasiatica.

 

Documentazione necessaria per l’ottenimento della certificazione EAC di prodotto

 

Per l’ottenimento dei documenti certificativi bisogna:

 

  • Compilare un apposito modulo di richiesta – zajavka
  • Predisporre una serie di documenti contenenti la descrizione tecnica dei mobili o del gruppo di mobili:

* la denominazione del mobile o del gruppo di mobili

* la funzione di utilizzo del mobile

* I disegni tecnici con l’indicazione delle misure di ingombro e di funzionamento

* breve descrizione sulle caratteristiche costruttive del prodotto

* specificità dell’utilizzo, carichi massimo che puo’ sopportare

 

 

IC&Partners offre la consulenza per il processo certificativo in Russia attraverso la sua business unit dedicata, IC  Trade, che opera a Mosca con una selezione di enti di certificazione accreditati per emettere Dichiarazioni e Certificazioni di conformità EAC.

it_ITItaliano