m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Retail all’estero: attenzione alla sicurezza degli spazi commerciali – IC & Partners
3974
post-template-default,single,single-post,postid-3974,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Retail all’estero: attenzione alla sicurezza degli spazi commerciali

sicurezza

Ambiente accogliente, brand experience: sembrano essere le parole chiave per il successo di un punto vendita. Ma c’è un’altra dimensione da valutare attentamente, la sicurezza di dipendenti e clienti, che va valutata con estrema attenzione, soprattutto quando parliamo di spazi commerciali all’estero.

Spesso la consapevolezza di quali requisiti vadano rispettati all’apertura di spazi commerciali, specialmente all’estero, è minore. E’ necessario invece verificare due aspetti:

1) gli adempimenti amministrativi locali, verificabili a livello documentale;

2) le condizioni di sicurezza del luogo e la valutazione dei rischi, verificabili tramite un’ispezione visiva dei locali.

 

Ci focalizziamo sul secondo punto, perché è importante identificare una serie di aspetti da valutare, per i quali è consigliabile (quando non legalmente obbligatorio) chiedere il supporto ad uno specialista (in Italia RSPP, in Francia Préventeur, in Spagna Recurso Preventivo del Servicio de Prevención, etc.). Gli aspetti da valutare sono:

  • Formazione: il personale va formato a riconoscere i rischi e a sapere come assistere anche il pubblico, attraverso corsi di primo soccorso, antincendio ed un corso sui doveri e diritti dei lavoratori in relazione alla sicurezza;
  • ergonomia e microclima: i rischi ergonomici includono il sollevamento frequente di materiale pesante, posture scomode prolungate o situazioni in cui la temperatura ambientale è molto bassa per un lungo periodo;
  • rischio incendio: la trascuratezza nelle condizioni dei locali, cavi danneggiati, impianti non pensati per la destinazione d’uso, stoccaggio di chimici vicino a fonti di calore; le misure saranno la presenza di estintori controllati, addetti antincendio formati, vie di fuga mantenute libere ed il coordinamento con il locatario/centro commerciale;
  • ventilazione e illuminazione: spesso gli spazi commerciali possono trovarsi all’interno di altri edifici come centri commerciali, senza finestre. Senza un’adeguata ventilazione ed illuminazione artificiale, l’aria in un negozio può generare muffe, funghi, batteri o vapori derivanti dai prodotti utilizzati e gli ostacoli risultare poco visibili. È pertanto indispensabile un sistema di ventilazione forzata e di illuminazione artificiale;
  • ordine e pulizia delle superfici calpestabili: irregolarità delle superfici, disordine ed accatastamento devono essere evitate sia nelle aree per il pubblico che nei magazzini;
  • emergenze: quali misure devono essere prese in considerazione per eventi straordinari? Terremoti, maltempo influenzano le vie d’esodo, l’arredamento ed accatastamento dei materiali, le modalità di segnalazione dell’emergenza agli occupanti, la prontezza di intervento ed il coordinamento con il locatario/centro commerciale;
  • piccola criminalità: se piccoli furti si verificano nell’area, la sicurezza dei clienti e dipendenti potrebbe essere in pericolo. In tal caso vanno previste misure come allarmi, telecamere e sistemi anti taccheggio, fino ad arrivare alla security.

 

Adempimenti legislativi in continua evoluzione, nuove tecnologie, sviluppo internazionale di un’azienda che apre spazi commerciali all’estero, spesso in azienda non ci sono la competenze adeguate per rispondere ai requisiti di sicurezza.

 

Per questo Vistra, società di consulenza in sicurezza sul lavoro, qualità, ambiente e logistica, diventa il partner adatto a cui affidare l’adempimento di questi requisiti per progetti in Italia, Europa e Paesi extra europei. E’ necessario potersi affidare ad un consulente che permetta di avere la conoscenza normativa e le abilitazioni locali per poter dare l’adeguato supporto affinché il cliente locale possa essere conforme alla normativa del paese.

 

Vistra Srl e IC&Partners Spa: dal 2015 Vistra è il partner operativo di IC&Partners nei progetti di internazionalizzazione che richiedono l’intervento di specialisti in ambito di sicurezza sul lavoro, qualità, ambiente e logistica per progetti, cantieri e spazi commerciali in Italia e all’estero.

www.vistra.it

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano