m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
Ungheria: quanto costa assumere un dipendente? – IC & Partners
8917
post-template-default,single,single-post,postid-8917,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Ungheria: quanto costa assumere un dipendente?

Le imprese ungheresi dal 1 luglio scorso hanno un’arma in più per mantenere la loro competitività: è infatti entrata in vigore, come promesso dalla Legge Finanziaria 2019, la riduzione del contributo sociale dal 19,5% al 17,5%. Il contributo sociale, insieme al contributo formazione, è la parte del costo del lavoro a carico del datore di lavoro, che viene sommata al lordo contrattuale. Le imprese quindi possono risparmiare l’1,5% sul costo del lavoro. La misura economica adottata dal Governo si inserisce nel sentiero già tracciato nella scorsa legislatura dal gabinetto Orbán, che punta ad incrementare gli stipendi reali, nel contempo alleviando il peso degli oneri sociali sugli imprenditori. La detassazione del lavoro è resa possibile da un quadro macroeconomico favorevole, che vede da un lato la crescita del PIL (+4,1%, previsione 2019, +4,9 % nel 2018, +3,2% nel 2017) e dall’altro lato la riduzione del rapporto debito pubblico/PIL (70,8% nel 2018, in continua diminuzione partendo dal 80,5% del 2010).

Attualmente il costo del lavoro è composto dal 19% complessivo a carico del datore di lavoro (17,5% contributo sociale, 1,5% contributo formazione), dal 15% di IRPEF a carico del lavoratore, e 18,5% di contributi sanitari e pensionistici a carico del lavoratore. Nella seguente tabella è possibile apprezzare, a parità di stipendio lordo (300.000 HUF pari a circa 1.000 EUR) l’andamento dello stipendio netto e del costo complessivo del lavoro per gli anni 2011-2019.

Si può notare quindi che, a parità di stipendio lordo, per gli anni presi in considerazione, il netto è aumentato e il costo complessivo a carico dell’azienda è diminuito.

Una considerazione ulteriore si può fare sulla serie storica dello stipendio minimo, cioè lo stipendio lordo sotto il quale non si può scendere per mansioni di 40 ore settimanali.

Si puó notare un trend in continua crescita, con raddoppio in 10 anni dello stipendio minimo legale.

Di seguito viene elencata la serie storica dello stipendio minimo per mansioni qualificate, che richiedono almeno un diploma di scuola superiore. È stato istituito nel 2010 con l’intenzione di imporre un minimo più alto per lavoratori più istruiti e specializzati.

Un’ultima considerazione sul costo del lavoro si puó fare sulla classica domanda che pone un imprenditore: „quanto costa realmente un dipendente ungherese”. A questa domanda, oggi non si puó dare una risposta certa, per tutta una serie di motivi che rendono molto fluido e a volte incomprensibile l’andamento del mercato del lavoro. Labour shortage, emigrazione, maggiore offerta rispetto alla domanda di lavoro, differenze geografiche contribuiscono a dare un quadro che cambia rapidamente. Per farsi un’idea vicina alla realtá, è possibile quindi solo affidarsi ai dati del 2019 forniti dal KSH (ufficio statale di statistica) che evidenzia i seguenti dati:

  • stipendio medio lordo: 356.900 HUF
  • medio nettó: 244.700 HUF
  • medio lordo nel settore finanziario, assicurativo: 671.600 HUF
  • medio lordo maschi: 391.400 HUF
  • medio lordo femmine: 322.900 HUF
  • medio impiegati meno di 25 anni: 272.300 HUF; 25-54 anni 372.100 HUF; oltre 54 anni 346.800 HUF

Tra le diverse regioni ungheresi le differeneza possone essere elevate: Budapest è naturalmente la zona dove gli stipendi medi netti sono piú alti (299.859 HUF netti) fanalino di coda è la regione orientale Szabolcs-Szatmár-Bereg (cittá: Nyíregyháza) con 163.817 HUF netti. In positivo si distinguono Győr e Sopron (252.498 HUF netti) e Székekesfehervár (240.092). Nelle ultime posizioni, oltre alla regione già citata, si trovano altre tre regioni orientali. Generalmente le regioni occidentali hanno uno stipendio medio superiore del 20-30% rispetto alle regioni orientali.

Fonte: redazione ed elaborazione a cura di IC&Partners Budapest

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano