m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
USA, Sales Tax: cosa cambia per gli esportatori italiani – IC&Partners
10666
post-template-default,single,single-post,postid-10666,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

USA, Sales Tax: cosa cambia per gli esportatori italiani

Il 21 giugno 2018 la Supreme Court of the United States ha emesso una storica sentenza riguardo al sales and use tax nexus relativamente alla causa South Dakota v. Wayfair, Inc. La sentenza 5-4 capovolge il principio generale della physical presence già ribadito in precedenti sentenze come quelle relative a Quill Corp. v. North Dakota (1992) e National Bellas Hess Inc. v. Department of Revenue of Illinois (1967­), dove si precisava che era necessaria la presenza fisica dell’impresa perché uno Stato avesse il diritto di imporre le obbligazioni scaturenti dalle norme relative alla sales and use tax.

Nexus

In America gli Stati esercitano il loro potere impositivo attraverso leggi, giurisprudenza, regolamenti o prassi. Generalmente le norme degli Stati contengono definizioni generiche includendo frasi come “doing business in” oppure “deriving income from” per descrivere i comportamenti economici che fanno scattare il Nexus e pertanto le obbligazioni tributarie. Le norme variano da Stato a Stato.

Il concetto di Nexus descrive il grado di connessione tributaria di un contribuente con un Stato. Se un contribuente ha stabilito lo sales and use tax Nexus, lo Stato potrà richiedere allo stesso che si registri presso l’apposito dipartimento e che raccolga e versi l’imposta determinata sulle vendite effettuate in tale Stato.

Negli ultimi anni, molti Stati sono diventati sempre più aggressivi nel varare norme che richiedono agli operatori economici residenti al di fuori dei loro confini di riscuotere e versare la sales and use tax. La maggior parte degli Stati oggi ha deciso infatti di definire una forma di “economic Nexus” determinandone l’esistenza non più sulla presenza fisica del contribuente bensì legandola al superamento di certi parametri di attività realizzati all’interno dei confini statali.

Significato del Wayfair case

Nel 2016 lo stato del South Dakota ha approvato una legge che sanciva il concetto della “economic presence”, prevedendo che fosse assoggettata a Sales and use tax nello Stato ogni attività economica che producesse più di 200 separate transazioni di vendita o più di $100,000 di fatturato in beni o servizi durante l’anno solare in corso o in quello precedente.

Wayfair, un importante piattaforma web per la vendita di arredi per la casa su scala nazionale, ha proposto il caso alla U.S. Supreme Court che ha sostanzialmente accolto la tesi dello Stato ribaltando l’orientamento precedente legato alla presenza fisica nel territorio.

Considerazioni finali

La decisione della Corte Suprema nel procedimento Wayfair ha determinato analoghi aggiustamenti nelle norme tributarie di ogni Stato ed oramai la quasi totalità degli Stati ha aderito all’adozione dell’Economic nexus a partire generalmente dal 1 Agosto 2019.

L’economic Nexus riguarda anche e soprattutto le vendite on line e quelle destinate ai magazzini Amazon (AFC). In tale caso Amazon si occuperà di fornire i dettagli delle vendite per Stato e – ove possibile – si occuperà di esigere le imposte dai consumatori finali.

Occorre però prestare particolare attenzione alle clausole relative al passaggio della proprietà dei beni ceduti a clienti USA: se l’Incoterm utilizzato prevede che la proprietà dei beni passi in territorio americano (es: DDP), la transazione si considera avvenuta nei confini dello Stato in cui si trova il cliente ed occorre pertanto adeguarsi alla normativa vigente registrando la società straniera nello stato e presentando le dichiarazioni obbligatorie.

Di seguito un elenco molto sintetico delle norme ad oggi vigenti stato per stato ove viene specificato il volume delle vendite al di sopra del quale si verifica il Nexus:

Alabama

$250,000/anno nell’anno precedente

Arizona

Nel 2020 sono $150,000, successivamente nel 2021 saranno $100,000

Arkansas

$100,000/anno o 200 o più transazioni calcolate sull’anno precedente

California

$500,000/anno calcolati sulle vendite dell’anno precedente

Colorado

$100,000/anno calcolate sulle vendite dell’anno precedente

Connecticut

$100,000 nei 12 mesi precedenti 200 o più transazioni effettuate nell’anno precedente

Georgia

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente

Hawaii

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Idaho

$100,000/anno effettuate nel’anno precedente

Illinois

$100,000/anno o 200 o più transazioni effettuate nei 12 mesi precedenti

Indiana

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Iowa

$100,000/anno effettuate nel’anno precedente

Kansas

Non c’e’ limite relativo al volume delle vendite o al numero delle transazioni, pertanto il nexus e’ realizzato sempre. In merito a tale provvedimento c’e’ una contestazione in atto pertanto le regole potrebbero cambiare.

Kentucky

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso=

Louisiana

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Maine

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Maryland

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Massachusetts

$100,000/anno nel precedente anno solare o più di 100 transazioni.

Michigan

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Minnesota

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nei 12 mesi precedenti

Mississippi

$250,000 nei precedenti 12 mesi

Nebraska

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Nevada

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

New Jersey

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

New Mexico

$100,000 nell’ultimo anno solare.

New York

$500,000/anno e 100 transazioni negli ultimi quattro trimestri

North Carolina

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

North Dakota

$100,000 nel corrente o nel precedente anno

Ohio

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Oklahoma

$10,000 nei precedenti 12 mesi

Pennsylvania

$100,000 nei precedenti 12 mesi. Per vendite tra $10,000 e $100,000 ricorrono solo gli obblighi dichiarativi

Rhode Island

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

South Carolina

$100,000 nel corrente o precedente anno

South Dakota

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Tennessee

$500,000 nei precedenti 12 mesi

Texas

$500,000 nel precedente anno solare.

Utah

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Vermont

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nei 12 mesi precedenti

Virginia

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Washington

$100,000/anno nell’anno precedente o nell’anno in corso

Washington DC

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

West Virginia

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Wisconsin

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Wyoming

$100,000/anno o più di 200 transazioni effettuate nell’anno precedente o nell’anno in corso

Gli stati che non sono elencati non hanno sales and use tax.

Alla luce di quanto descritto sopra e tenendo in considerazione le conseguenze fiscali che potrebbe comportare l’omissione di uno degli adempimenti richiesti dalle vigenti normative locali consigliamo di contattarci sempre preventivamente per poter valutare i provvedimenti da intraprendere.

IC&Partners è presente in America con IC Americas con uffici in Texas, New York. Le aziende interessate ad avviare o consolidare un processo di export in questo Paese possono contattarci compilando questo form.

Fonte: elaborazioni a cura dell’Ufficio Studi di IC Americas, info@icpartners.it

it_ITItaliano