m
Our Mission Statement
This is Photoshop's version of Loremer Ipsn gravida nibh vel velit auctoregorie sam alquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.
Follow Us
Top
USA Coronavirus, aggiornamenti dalla nostra sede – IC&Partners
11785
post-template-default,single,single-post,postid-11785,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,translatepress-it_IT,highrise-ver-1.4,,mkd-smooth-page-transitions,mkd-ajax,mkd-grid-1300,mkd-blog-installed,mkd-header-standard,mkd-sticky-header-on-scroll-up,mkd-default-mobile-header,mkd-sticky-up-mobile-header,mkd-dropdown-slide-from-bottom,mkd-dark-header,mkd-full-width-wide-menu,mkd-header-standard-in-grid-shadow-disable,mkd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

USA Coronavirus, aggiornamenti dalla nostra sede

Con il secondo provvedimento denominato “stimulus bill”, il Congresso ha approvato un nuovo set di provvedimenti per aiutare le piccole imprese colpite dagli effetti della pandemia. Il Presidente ha firmato la nuova legge e ha disposto che le nuove agevolazioni entrino in vigore.

In particolare si segnalano le nuove interessanti disposizioni:
1 – il programma di protezione dei lavoratori – PPP Loan – e’ stato rifinanziato
Sono stati di nuovo destinati fondi alla concessione di prestiti destinati alle piccole imprese allo scopo di mantenere i posti di lavoro. Di seguito in sintesi le nuove regole per l’ottenimento dei prestiti, che al pari della prima emissione possono trasformarsi in fondo perduto:
a – i beneficiari sono tutte le imprese con meno di 300 lavoratori
b – le imprese possono ottenere il finanziamento a patto che abbiano avuto ALMENO una riduzione del 25% dei propri ricavi in uno o più trimestri del 2020 comparati con il medesimo intervallo temporale del 2019 (con alcune eccezioni per attività stagionali e per le nuove imprese)
c – possono godere del beneficio anche le imprese che hanno già usufruito del primo PPP
d – la deadline per presentare le application è il prossimo 31 marzo, ma occorre aspettare che le banche aprano i loro portali per poter inserire le domande.

2 – le spese coperte dai fondi ottenuti dalla prima erogazione del PPP sono ora deducibili
Precedentemente all’approvazione della nuova disposizione di legge, tutte le spese pagate con fondi ottenuti dal PPP non venivano considerate deducibili dal punti di vista fiscale (es: spese per pagare gli stipendi, gli affitti, i mutui, le utenze).
Con il nuovo provvedimento, il PPP ottenuto a fondo perduto non è tassabile. Pertanto tutte le spese sostenute sono considerate deducibili.

3 – la richiesta di forgiveness per prestiti inferiori a $150,000 è stata ulteriormente semplificata
Si era sperato da tempo che i prestiti di importo contenuto potessero essere automaticamente considerati a fondo perduto. Purtroppo anche la nuova disposizione di legge nulla dice a tale proposito, ma amplia la procedura semplificata a tutti i prestiti inferiori a $150,000.

 

ALTRE MISURE PREVISTE DAL PROVVEDIMENTO

A – ERC – Employee Retention Credit
La nuova disposizione di legge consente anche a chi ha ottenuto il PPP di poter richiedere un credito di imposta fino a un massimo del 70% dei salari corrisposti ai lavoratori che non hanno lavorato a causa delle chiusure imposte dalle norme Covid o a causa del decremento dell’attività. In precedenza questa possibilità era esclusa.

B – Donazioni
Il provvedimento estende i limiti per la deducibilità delle donazioni personali in denaro o in natura a enti o associazioni di beneficienza.

C – Spese di rappresentanza – pasti
Viene consentita in via temporanea la deducibilità al 100% delle spese di rappresentanza per pranzi e cene di lavoro somministrati da ristoranti, purché’ pagati nel 2021 e nel 2022. Il precedente limite era il 50%. Il provvedimento mira a dare fiato alla ristorazione consentendo quindi la possibilità per le aziende di spesare integralmente tali spese.

 

Desideri sapere come operare o continuare ad operare in questo Paese?

Vuoi limitare al massimo lo spostamento dei tuoi export manager?

Il business al tempo della crisi può essere risollevato in due modi:

  • Off line, con i nostri Temporary Resident Export Manager – Manager locali che operano direttamente dalle nostre sedi estere
  • On line: con le piattaforme Ecommerce e le Fiere Virtuali.

Contattaci per maggiori dettagli.

IC&Partners mette a disposizione videocall con i nostri esperti locali per tematiche: fiscali, societarie, finanziarie, commerciali. Se vuoi saperne di più compila il form e sarai ricontattato da un nostro esperto.

Guarda ora Export Talks – Focus Serbia presente sul nostro canale YouTube

it_ITItaliano